Ambiente
Impianti Geotermici a bassa entalpia

Perché LA GEOTERMIA?

L’andamento di mercato nel resto dell’Europa ci dà evidenza di come in Italia siamo all’inizio dello sviluppo di queste applicazioni che, pur essendo tecnologicamente mature, non hanno trovato in passato quell’impulso che altrove si è concretizzato. In tema di risorsa geotermica a bassa entalpia, dal punto di vista quantitativo il futuro può essere certamente roseo; se guardiamo al presente, invece, esistono dei problemi. L’iniziativa progettuale è principalmente pubblica, con difficoltà connesse al momento storico di scarsa capacità d’investimento, estensione delle reti, replica dei casi di successo. Esistono delle esperienze private, ma di soggetti che non hanno ancora una strutturazione interna tale da diventare driver di sviluppo per questa risorsa, essendo per lo più rallentati da inerzie di carattere amministrativo, regolatorio e di autorizzazione.

Perché mettere la Terra al primo posto.

Una pompa di calore che scambia energia con il sottosuolo non produce emissioni nocive all’ambiente e utilizza molta meno energia di quella fornita, in rapporto di 1:4 o superiore. Infatti per ogni kWh di energia elettrica utilizzata si ottengono almeno 4 kWh di energia termica: i 3 KWh restanti sono forniti dalla Terra!

Tutto ciò, oltre a rendere questa tecnologia assolutamente eco-compatibile, assicura dei costi di esercizio molto bassi e garantisce il recupero dell’investimento in pochi anni (da 3 a 6-7).

I Vantaggi

Multifunzionalità

Un impianto geotermico sostituisce integralmente ben 3 diversi sitemi: la caldaia per il riscaldamento, il boiler per la fornitura di acqua calda sanitaria ed i condizionatori per la climatizzazione estiva.

Rispetto dell'ambiente

La geotermia si avvale di una fonte rinnovabile assolutamente pulita, dal momento che non produce alcuna emissione di gas serra o di altre sostanze nocive, come ossidi di azoto, ossidi di zolfo e particolato. Non ci sono inoltre residui solidi o liquidi da smaltire.
La compatibilità con altre fonti di energia rinnovabili (eolico, solare termico e fotovoltaico) incrementa l'efficienza energetica, contribuendo a ridurre ulteriormente l'impatto ambientale e la dipendenza dalle fonti fossili.

Indipendenza dalle condizioni metereologiche

Poichè il calore della terra è costante durante tutto l'arco dell'anno, le prestazioni di un impianto geotermico non dipendono dalle condizioni metereologiche o da variazioni stagionali. Vento, pioggia, caldo o freddo non avranno effetto sul funzionamento del sistema, a qualsiasi latitudine vi troviate.

Confort

Il grado di confort offerto da un sistema geotermico accoppiato con pannelli radianti è superiore a quello tradizionale, grazie ad una diffusione uniforme del calore in ogni ambiente ed alla possibilità di configurare zone climatiche differenziate.

Sicurezza

L'assenza di combustione garantisce un livello di sicurezza superiore rispetto agli impianti tradizionali. Viene eliminato il rischio di perdite di gas e di emissioni di sostanze tossiche quali il monossido di carbonio, residuo tipico della combustione in ambienti poco ossigenati. Non è necessario prevedere stoccaggio di combustibile nè predisporre canne fumarie.

Grazie alla sua sicurezza e silenziosità, una pompa di calore può essere alloggiata in qualsiasi ambiente della casa, senza alcuna restrizione.

Design, arredamento e completa integrazione architettonica

I componenti di un sistema geotermico sono invisibili. Le sonde geotermiche sono interrate, e sono installabili in spazi molto ristretti. Non ci sono tubazioni in vista ed i pannelli radianti sono montati all'interno di muri, pareti o soffitti. La pompa di calore è l'unico componenente visibile, ma grazie alle ridotte dimensioni, al design ed alla silenziosità può essere collocata in qualsiasi ambiente. L'eliminazione dei termosifoni consente una maggiore flessibilità nella scelta dell'arredamento.

La pulizia architettonica dell'edificio è salvaguardata dall'assenza di canne fumarie o di locali adibiti specificatamente alla centrale termica.

 Non soggetta a rischio di furto

Diversamente da altre tecnologie, non ci sono parti esterne soggette a furti o manomissioni.

Benefici economici

Grazie all'efficienza di questa tecnologia si ottiene un immediato abbattimento dei consumi ed un risparmio sulla bolletta fino all'80%.

Inoltre, un impianto geotermico ha costi di manutenzione ridottissimi; le sonde geotermiche sono garantite 100 anni, mentre le pompe di calore non necessitano di revisione periodica, nè di "bollino blu", non essendo provviste di bruciatore.

Nel caso di condomini oppure villette a schiera è possibile progettare impianti centralizzati in modo tale da condividere il costo iniziale dell'installazione fra le diverse unità abitative, mantenendo comunque l'autonomia delle diverse unità abitative tramite l'uso di contabilizzatori.

Infine è possibile detrarre il 55% della spesa di installazione in caso di ristrutturazione.

Tariffa agevolata per l'energia elettrica

La delibera 30/2008, comma 5.2 (che modificava la delibera 348 del 2007), dell'Autorità per l'Energia ha introdotto la possibilità di un secondo contatore con tariffa BTA, nel caso di utilizzo di un impianto con pompa di calore destinato alla climatizzazione invernale, liberandosi dagli scaglioni di consumo previsti dalle tariffe D2 e D3.

Il costo del kW domestico per la pompa di calore

Il vantaggio per l'utente domestico sta nel fatto che questo secondo punto di prelievo può essere legato ad una tariffa per usi diversi BTA1/2/3, che prevede un importo fisso agevolato per kWh, che oltretutto, nel caso dell'applicazione in ambito residenziale continua a godere dell'IVA agevolata al 10%.

Premio cubatura del 5%

Il D.Lgs. n. 28 del 3 marzo 2011, sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili, afferma che per: (…) i progetti di edifici di nuova costruzione e di ristrutturazioni rilevanti su edifici esistenti che assicurino una copertura dei consumi di calore, di elettricità e per il raffrescamento in misura superiore di almeno il 30 per cento rispetto ai valori minimi obbligatori, beneficiano, in sede di rilascio del titolo edilizio, di un bonus volumetrico del 5 %. I progetti medesimi non rientrano fra quelli sottoposti al parere consultivo della commissione edilizia eventualmente istituita dai Comuni (Decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380).

 Il risparmio economico.

Qual è l'impatto di una pompa di calore geotermica sul consumo energetico di una famiglia?

Riduce il consumo energetico per il riscaldamento e l'acqua calda anche dell'80%.

Con le tradizionali caldaie a gas e a gasolio 1 kWh di energia immessa fornisce meno di 1 kWh di energia o di calore erogati. Con una pompa di calore geotermica ogni kWh di energia in entrata viene convertito in media in 4,5 kWh di energia o calore erogati.

L'efficienza di una pompa di calore è spesso espressa come COP (coefficiente delle prestazioni) ovvero come quantità di calore prodotto in rapporto alla quantità di elettricità richiesta per il suo funzionamento. Tuttavia per dare un quadro completo dell'efficienza delle pompe di calore noi preferiamo usare il fattore SPF (Seasonal Performance Factor) che tiene conto delle prestazioni medie calcolate su un anno intero, prendendo in considerazione le mutevoli condizioni climatiche e il fabbisogno fluttuante di energia domestica.

Per capire la grande differenza tra la pompa di calore utilizzata, ad esempio, dal climatizzatore domestico e una pompa di calore geotermica, dobbiamo considerare il fatto che il COP fornito dai produttori viene misurato a determinate condizioni di funzionamento standard.
Le condizioni di funzionamento però variano con l'alternarsi delle stagioni. Visto che un normale climatizzatore attinge calore da una fonte termica -l'aria esterna- la cui temperatura varia enormemente durante l'anno, un COP dichiarato alto può tradursi in un SPF basso.

Al contrario, l'avere a disposizione una sorgente termica -il sottosuolo- la cui temperatura  risulta superiore ai valori medi invernali della temperatura esterna ed inferiore a quelli estivi, garantisce alle pompe di calore geotermiche condizioni di funzionamento molto vantaggiose, che si traducono in  valori di SPF molto elevati.

Inoltre, grazie ad un sofisticato software di controllo le nostre pompe di calore presentano SPF con valori tra i piu' alti del mercato.

Il seguente grafico rappresenta indicativamente la bolletta energetica annuale di una famiglia di 4-5 persone per il riscaldamento ed il raffrescamento di un appartamento di 150 mq e la produzione di acqua calda.

Direttiva europea 20/20/20

La direttiva europea 20/20/20 del marzo 2007 impone obiettivi rigorosi ai 27 Stati membri dell’Unione europea, specificando che entro il 2020 il 20% del consumo energetico dovrà essere assicurato da fonti rinnovabili, in modo da assicurare una riduzione di almeno il 20% delle emissioni di gas serra. L’installazione di pompe di calore geotermiche, classificate come fonti di energia rinnovabile, aiuterà gli Stati membri a raggiungere questo ambizioso traguardo. A fronte di ciò, lo Stato italiano offre incentivi fiscali ai proprietari delle abitazioni che intendono sostituire i sistemi di riscaldamento esistenti con una fonte rinnovabile come ad esempio una pompa di calore.

Alcune considerazioni

Si stima che entro il 2016 in Europa saranno costruite circa un milione di nuove case. Se in ognuna di queste case venisse installata una pompa di calore, si avrebbero ogni anno oltre 3.600.000 tonnellate in meno di CO2.  Ciò equivarrebbe ad eliminare dalla strada 1 milione di autovetture.

Piani di caratterizzazione geochinica ed ambientali Relazioni idrologiche ed idrauliche


Sul Territorio

Una realtà presente su tutto il territorio del Sud Italia.

Lo Studio GeoTask è una realtà consolidata presente su tutto il territorio dell'Italia meridionale: in Campania con due sedi in provincia di Salerno, in Puglia con sede a Lecce ed in Sicilia, presso Siracusa.

leggi tutto